Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito usa i cookie di terze parti per migliorare i servizi e analizzare il traffico. Leggi il trattamento dei Cookies qui.

La Festa della Liberazione rinnova ogni anno l’importanza dei valori di democrazia e partecipazione che sono alla base della nostra Costituzione e della nostra convivenza civile.
Quest’anno l’Amministrazione Comunale dedica un particolare ricordo all’avvocato Giovanni Motta, intitolando a suo nome la nuova sala civica del Salone della Valle.
Giovanni Motta fu nel 1945 il primo presidente della Provincia di Bergamo dopo la Liberazione e negli anni del fascismo fu attivo nella Resistenza e conobbe anche le privazioni del carcere.
Un esempio di attualità di cui Gandino deve essere orgogliosa.

Il Sindaco
Elio Castelli

 

CELEBRAZIONI UFFICIALI DELLA FESTA DI LIBERAZIONE
ore 9.15 Deposizione corona d’alloro a Cirano
ore 9.30 Deposizione corona d’alloro a Barzizza
ore 9.45 Al Cimitero per onoranze ai Caduti
ore 10.30 S. Messa solenne in Basilica
a seguire in Piazza Vittorio Veneto:
Deposizione corona d’alloro - Benedizione delle lapidi – intitolazione sala all’avv. Giovanni Motta

A causa delle limitazioni imposte dalla pandemia non è possibile estendere le celebrazioni all’intera cittadinanza

  pdf Scarica il Manifesto dell'evento (732 KB)

  pdf Scarica la biografia dell'Avv. Giovanni Motta (207 KB)